Mai dire…

di Gialappa’s Band, regia A. Fantonelli – M. Fusi, ItaliaUno, 2005-2008

Mai dire Lunedì

Il cantante de Le Vibrazioni, Francesco Sarcina, è l’incubo del Mago Forest che lo ha malauguratamente scaricato dal telefonino insieme alla suoneria di “Ovunque andrò”. Nell’ultima puntata si assiste all’inevitabile incontro con l’originale, presentatosi in versione irsuta.

Lapo Elkann, Responsabile del Brand Promotion di Fiat Auto, si cimenta nel lancio di una bizzarra collezione di felpe. Via, dunque, al felpofono, prototipo di telefonia mobile e alla felpa modello “Driver”, con le braccia rigide per guidare comodi. Fresco di studi illustri nelle scuole di mezzo mondo, sciorina orgoglioso il suo curriculum fino a confondersi. Confonde l’italiano con l’americano, sbaglia i congiuntivi ma risolve sempre gli equivoci invitando tutti a “darci dentro!”.

Nell’edizione successiva, sempre di “Mai dire Lunedì”, il primo bersaglio è il portiere della Juventus e della Nazionale Gigi Buffon. Bloccato da un infortunio, commenta spavaldamente e malignamente la domenica calcistica dei colleghi.

È la volta poi dell’ex calciatore ed ex marito di Simona Ventura Stefano Bettarini, che catapultato nel reality show “La Talpa” come inviato, mostra tutto l’imbarazzo del debuttante, scambiando la Gialappa’s per la Perego.

Gabriel Vanto, 33 anni, attore, è il nuovo candidato alle Primarie dell’Unione. Credendo che si tratti di un provino per una fiction millanta partecipazioni a fantomatici remake (“Sex and The City but The City Is Conegliano Veneto”).


Mai dire Martedì

A “Mai dire Martedì” Massimo Giletti continua la sua opera moralizzatrice del programma, dimostrando che la tv di qualità si può e si deve fare. Le storie che racconta, con i protagonisti presenti in studio, ruotano sempre intorno torbide storie di sesso.

Esagitato e prorompente, il conduttore di “Affari tuoi” Flavio Insinna propone una bislacca versione del fortunato gioco in cui coinvolge il Mago Forest, Elisabetta Canalis e altri ospiti.

Lapo presenta le innovative creazioni della sua factory, tra cui ricordiamo l’Invisible Bike, la ciabatta hi tec anti zanzara e un polifunzionale modello di scopa di saggina.

Il Grande Fratello 7 ispira le caricature del p.r. milanese Gabriele e di “Orsacchio”, l’ingegnere che si fa notare per la sua capacità di riuscire a rendere complicata ogni sua azione.

Direttamente dal confessionale della Casa, il “cummenda” Roberto dà lezioni di stile, un atleta alle prese con la preparazione per le Olimpiadi di Pechino, Mario De Bomb, vuole scagionare il mondo dell’atletica dall’accuse di doping e l’estasiato pianista Giovanni Allevi che accompagna in studio il suo fido pianoforte Bobi cercando di convincerlo a suonare.